Libri pubblicati La farfalla dalle ali spezzate L'isola a forma di quaglia Tante donne Sensazioni Vivian, Maxima ...e le altre donne

Vittoria De Marco Veneziano , insegnante, scrittrice, narratrice e saggista, nasce a Milazzo (ME) da padre italiano e madre tedesca, vive a Siracusa. Si occupa di problematiche femminili su cui tiene conferenze per far conoscere la storia delle donne del passato e di culture diverse. È autrice di numerosi articoli dedicati a donne di ieri e di oggi pubblicati sul quotidiano Libertà Sicilia.

Tutti i suoi libri sono testo di lettura nelle scuole e sono stati presentati presso Biblioteche, Comuni, Librerie, Scuole. È intensa la sua attività di conferenziera presso Club e Associazioni Culturali.

Collabora con quotidiani e periodici, scrive per il quotidiano Libertà Sicilia. Tiene incontri e testimonianze sulla diversità e lo svantaggio presso scuole e associazioni.

Nel 2019 ha ricevuto il Premio Tiche: “Per l’opera di scrittrice svolta con inestimabile amore per la letteratura e intesa come impegno solidaristico, civile e sociale”.

Ha scritto il primo libro "La farfalla dalle ali spezzate" per ricordare la figlia Maria: una meravigliosa ragazza svantaggiata dalle virtù difficili e speciali rinata in cielo all'età di 24 anni, e poi perchè ritiene che ognuno di noi abbia il dovere di dare agli altri quello che può, magari soltanto la propria esperienza.

Nella I edizione il volume è stato prodotto e diffuso da lei (critica, critica). Ne ha donato mille copie a sostegno di varie associazioni onlus che si occupano di persone con problemi di svantaggio fisico e psichico.

Questo è stato un bel modo di onorare la memoria della figlia Maria. Come dice un detto buddista "La candela è spenta ma la luce continua".

Il riscontro positivo, ricevuto da parte di chi lo ha letto, l'ha spinta a diffonderlo in modo più ampio, in particolare per il messaggio che il libro stesso contiene. E' nato così il sodalizio con la casa editrice Erga edizioni che nel 2008 lo ha editato con una nuova veste grafica e arricchito dalle autorevoli introduzioni medico-scientifiche del Prof. Glenn Doman, eminente fisiatra americano di fama internazionale, fondatore degli "The Institutes for the Achievement of Human Potential di Philadelphia", e del figlio dr. Douglas Doman, presidente degli Istituti Europei con sede a Fauglia (Pisa).

Nella città di Siracusa, ispirati ai temi del libro, sono nati concorsi e mostre.
Al libro "La farfalla dalle ali spezzate" è stato assegnato il Premio Speciale Testimonianza "Achille Siciliano" nell'ambito del Concorso Letterario Nazionale Kriterion VII edizione; il terzo premio Archivio Diaristico "La Lanterna Bianca" X edizione e finalista alla 25° edizione del Centro Studi Logos "Prof. Francesco Florio".
L'autrice ha ricevuto dall'Associazione AIPD-ONLUS di Milazzo un importante riconoscimento per il suo impegno a sostegno della diversità.

Ha pubblicato il romanzo "L'isola a forma di quaglia" (Erga Edizioni 2010). Un romanzo sul filo della memoria che ripercorre parte della vita di Vera: la protagonista principale.

Un “viaggio” intenso e coinvolgente, ora ironico e triste, ora tenero e profondo, in cui la protagonista si sofferma sugli incontri più significativi della sua vita. Vera, lasciando emergere i ricordi, interrogandosi sui meccanismi della vita, a volte insoliti e strani, porterà il lettore a riflettere sui grandi temi dell’esistenza: l’amicizia, l’amore, la spiritualità, il perdono, il dolore, la diversità…

Protagonista “silenziosa” del romanzo è l’isola di Ortigia. Un’isola d’incanto, uno scoglio straordinario, dove c’è una luce particolare intensa e calda… come la gente. Una stupefacente confluenza di fascino, storia e miti dove non c’è via che non porti ad un luogo di incantevole bellezza.

 "L'isola a forma di quaglia", nell'ambito del concorso letterario nazionale "Viareggio Carnevale" 2011, ha ricevuto il terzo premio, una segnalazione di merito da parte della giuria del concorso nazionale "Kriterion" VIII edizione; finalista al "Premio Letterario Nazionale Città di Arona 2011" e finalista alla 25° edizione del Premio Internazionale di Letteratura "PHINTIA".

L'autrice, nella 2° edizione del Premio Tiche 2012 (la critica) ha ricevuto il 1° Premio per la prosa con il racconto inedito "Bruno".

Ha pubblicato il saggio “Tante Donne” (Erga Edizioni 2013).
Un florilegio personale, ricercato e appassionato di figure femminili che hanno fatto la storia. Tutte protagoniste di alto livello, con storie differenti – la diversità rappresenta sempre un grande valore – con estrazioni culturali e religiose varie che, di primo acchito, sembrerebbero separate da steccati, ma con comuni valori. Un patrimonio di pensieri, parole, intuizioni e azioni…

"Tante Donne" è risultato finalista, per la sezione saggistica, alla V edizione del Premio Letterario "Metauros" 2015; l'Otto marzo 2016, nell'ambito del XXI Premio "Anassilaos Mimosa", ha ricevuto il riconoscimento per la saggistica.

Ha pubblicato il romanzo "...Sensazioni" (Erga Edizioni 2016), un racconto che è insieme una parabola sulla forza incredibile che l'individuo racchiude dentro di se come la perspicacia di scegliere, in ogni momento della propria esistenza, il percorso da intraprendere.

Ha pubblicato il libro "Vivian, Màxima ...e le altre donne" (Erga Edizioni 2018), donne di ieri e di oggi che hanno fronteggiato, con determinazione e coraggio, tabù e pregiudizi di vario genere. Donne coerenti spinte dalla passione che, grazie alla loro positività comportamentale, sono riuscite a superare difficili prove diventando così archetipi universali per tutte le altre.

Ha fatto parte della giuria del Concorso Letterario Nazionale "Artisti" per Peppino Impastato.

Il romanzo "La farfalla dalle ali spezzate" e il saggio "Tante donne" sono stati presentati al Salone del Libro di Torino (2018), "Vivian, Maxima ...e le altre donne" è stato presentato al salone del libro di Torino (2019).